Indice

1. Sciatica
2. Artrite Reumatoide
3. Osteoporosi
4. Emicrania
5. Dismenorrea
6. Infertilità
7. Gastrite
8. Cistite
9. Menopausa
10. Tabagismo
11. Ipertensione
12. Insonnia
13. Obesità
14. Stress e pnei
15. Cistite interstiziale
16. Psoriasi
17. Occhio secco
18. Viaggi
19. Acufeni
20. Allergie-Asma
21. Gravidanza e neonato
22. Due riflessioni
23. Stipsi
24. Vertigini
25. Cani e Gatti
26. Tipi Omeopatici
27.Bambino-psiche
28.Sport
29.Disturbi venosi
30.Salute obbligatoria
31.Cuore
32.Neonato-mamma-papà
33.Memoria
34.Anziano-aspetti nutrizionali e pnei
35.Colesterolo
35-bis.Colesterolo-bis
36.Acne
37.Anemie
38.Tosse-Omeopatia
39.Enuresi
40.Reflusso gastro-esofageo
41.LEI e LUI
42.LEI e LUI seconda puntata
43.LEI e LUI terza puntata
44.Raffreddore
45.Un po' di respiro
46.Influenza
47.Adolescenza
48.Chakras
49.Ayurveda
50.Medicina cinese
51.DENTI parte prima
52.DENTI parte seconda
53.DENTI parte terza
54.CAPELLI parte prima
55.CAPELLI parte seconda
56.FITOTERAPIA
57.diabete-parte prima
58.diabete-parte seconda
59.Trattamento viscerale
60.Pelle
61.Cronobiologia
62.ANORESSIA parte prima
63.ANORESSIA parte seconda
64.Alcolismo
65.Colori
66.Fegato parte prima
67.Fegato parte seconda
68.Posture
69.Fermenti intestinali parte prima
70.Fermenti intestinali parte seconda
71.Epitrocleite
72.TIROIDE parte prima
73.TIROIDE parte seconda
74.SALUTE E MALATTIA
75.CONGIUNTIVITI
76.OTITE parte prima
77.OTITE parte seconda
78.ORMONI parte prima
79.FISIOGNOMICA
80.ORMONI parte seconda
81.COSMETICI
82.ORMONI parte terza
83.METAFISICA
84.EPIFISI
85. Perchè rinunciare?
86.INQUIETUDINI DI FERRUM METALLICUM
87.ICTUS
88.ICTUS parte seconda
89.Mantra
90.KINESIOLOGIA
91.Fiori di Bach
92.Sogni
93.Odori
94.Gli occhiali
95.La vista
96.Il tatto
97.Il gusto
98.Udito
99.Energia e Cosmo
100.Cento
101.VERATRUM ALBUM
102.EFT
103.Lupus
104.Cavoli
105.Farmaci
106.COLON IRRITABILE parte prima
107.COLON IRRITABILE parte seconda
108. MEDICINA CINESE ancora
109.Il corso di EFT
110.Corsi permanenti
111.Calcoli renali
112.DRENAGGIO
113.Metabolismo2-Fascia
114.PRANOTERAPIA
115.Morbo di Crohn
116.Dolori muscolari
117.Alitosi
118.Carotenoidi
119.Le voglie matte
120.IRIDOLOGIA parte prima
121.IRIDOLOGIA parte seconda
122.HERPES
123.DANNI DEI FARMACI PER LO STOMACO parte prima
124.DANNI DEI FARMACI PER LO STOMACO parte seconda
125.Storia delle babbucce
126.IDROTERAPIA
127.PARODONTITE
128.MEDITAZIONE SUL CUORE
129.LA MORTE DEGLI ALTRI
130.Il sole e la pelle
131.ENFISEMA POLMONARE parte prima
132.ENFISEMA POLMONARE parte seconda
133.Sistema immunitario cerebrale
134.Spagirica
135.TRAUMA DA PARTO
136.SPIGOLATURE
137.I GRASSI
138. Fico d'India
139.Occhi e mirtillo
140.PSICOSOMATICA
141.PSICOSOMATICA parte seconda
142.PSICOSOMATICA parte terza
143.Contatti estenuanti
144.Omeopatia per la pelle
145.HIV
146.CISTI OVARICHE
147.TUMORI
148.Singhiozzo
149.TEMPO DI BILANCI
150.NAUSEA E VOMITO
151.Test per la coppia
152.FEBBRE
153.PARKINSON
154.Minerali da antica farmacia
155.Omotossicologia e metabolismo
156.MEDICINA TIBETANA parte prima
157.DERMATITI E DERMATOSI
158.TRE BIOTIPI
159.Jung
160.GAMBE SENZA RIPOSO
161.Due prodotti delle api
162.ATTACCHI DI PANICO
163.ESAMI DELLE URINE
164.VERMI
165.AVVELENAMENTI parte prima
166.AVVELENAMENTI parte seconda
167.Alcuni alimenti
168.DIVERTICOLI
169.PENSARE POSITIVO
170.Naja Tripudians
171.Tumori 2
172.Unghie
173.Pensare col corpo
174.Gambe disturbi venosi
175.SCLEROSI MULTIPLA
176.Malattie autoimmuni
177.SCLERODERMIA
178.Rimedi per gli occhi
179.INTEGRATORI PER MAMMA
180.PSICHE E FIORI DI BACH parte prima
181.PSICHE E FIORI DI BACH parte seconda
182.PSICHE E FIORI DI BACH parte terza
183.PSICHE E FIORI DI BACH parte quarta
184.PSICHE E FIORI DI BACH parte quinta
185.PSICHE E FIORI DI BACH parte sesta
186.PSICHE E FIORI DI BACH parte settima
187.PSICHE E FIORI DI BACH parte ottava
188.PSICHE E FIORI DI BACH nona e ultima parte
189.Gli oli essenziali
190.OMEOPATIA PER INSONNIA DEL BAMBINO
191.CONSIDERAZIONI SULLA SALUTE
192.Macchie scure sulla pelle
193.Blefarite
194.IPERTENSIONE alcune piante
195.DIFESE IMMUNITARIE
196.ALZHEIMER
197.PIANTE ANTI-STRESS
198.FEGATO parte terza
199.Lavaggio energetico
200.Colpo di fulmine tra due LACHESIS
201.ALOE parte prima
202.Maculopatia degenerativa
203.Fluidificanti del sangue
204.ALLERGIE parte prim
205.ALLERGIE parte seconda
206.ALLERGIE parte terza
207.DEMENZA SENILE
208.INSUFFICIENZA RENALE
209.Quanto siamo aciduli
210.Non è tutto cromo ciò che brilla
211.DALLO SPIRITO ALLA MATERIA
212.Pancreatite
213.Raffinate ed accurate primitive terapie
214.Dermatite seborroica
215.RIMEDI PER BAMBINI
216.SCUOLA SALERNITANA parte prima
217.SCUOLA SALERNITANA parte seconda
218.SCUOLA SALERNITANA parte terza
219.Controllo e Ascolto
220.OLIO DI GERME DI GRANO
221.ORTICARIA
222.REFLUSSO GASTRO-ESOFAGEO parte seconda
223.INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO
224.STORIE DI ORDINARIO TORMENTO parte prima
225.STORIE DI ORDINARIO TORMENTO parte seconda
226.DIETA BASE e BAMBINO IPERCINETICO
227.ARTRITE E DOLORI ARTICOLARI
228.RIEDUCAZIONE DELLA PERCEZIONE SONORA
229.OBESITA INFANTILE
230.UNA MEDITAZIONE PER CORREGGERE LE REAZIONI RIPETITIVE
231.ANCORA CUORE
232.VACCINI
233.Balbuzie
234.PAROLE DIFFICILI idiopatico
235.SCOLIOSI
236.Percorsi benessere con regalo
237.DIURESI alcune piante utilissime
238.DIETA BASE
239.ALCHIMIA
240.RADIOTERAPIA un sostegno omeopatico per limitare i danni
241.CORSO ACCELERATO DI OMEOPATIA
242.ANALISI FISIOGNOMICA di un attore
243.CHILI DI TROPPO
244.CHILI DI TROPPO parte seconda
245.ARGILLA
246.Memoria e concentrazione
247.LE PAROLE DIFFICILI escara e flittena
248.ABBASSAMENTO RENALE
249.ALIMENTI FERMENTATI
250.MELATONINA
251.SONDAGGIO
252.Ottuso dogmatismo
253.Ancora fegato
254.PRANAYAMA parte prima
255.PRANAYAMA parte seconda
256.CEFALEA
257.Alimentazione spigolature
258.LE PAROLE DIFFICILI Fotosensibilizzazione
259.ANCORA RENE
260.MEDITARE STANDO AFFACCIATI
261.PRESSIONE ALTA parte prima
262.IPERTENSIONE parte seconda
263.OGM prodotti transgenici
264.Abusi della sanità
265.PRODOTTI SOLARI
266.Ricette mediterranee
267.IPERTENSIONE parte terza
268.TUMORI parte terza
269.COSE DI DONNE
270.Falsi bisogni creati dal mercato
271.IPERTENSIONE parte quarta
272.ANTICHE RICETTE una conserva di susine
273.LE PAROLE DIFFICILI Palliativo
274.STIPSI
275.TAURINA
276.IPERTENSIONE parte quinta
277.INQUINAMENTO ACUSTICO
278.DERMATITE ATOPICA
279.SAPORE DI SALE
280.PARACELSO
281.Metalli pesanti e danni alla pelle
282.IPERTENSIONE parte sesta RIMEDI NATURALI
283.MIA CONFERENZA
284.MALATTIE AUTOIMMUNI parte prima
285.MALATTIE AUTOIMMUNI parte seconda
286.SISTEMA NERVOSO DUE NOTE
287.LE PAROLE DIFFICILI Deontologia e Metastasi
288.IPERTENSIONE parte settima
289.ALLUCE VALGO
290.VERTIGINI fitoterapia
291.DISTURBI INVERNALI DEL BAMBINO
292.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte primaO
293.OMOTOSSICOLOGIA
294.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte seconda
295.Buon Natale filosofeggiando
296.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte terza
297.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte quarta
298.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte quinta
299.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte sesta e ultima
300.DISTURBI INTESTINALI antichissima ricetta
301.Donna e iperandrogenismo
302.FISIOGNOMICA APPLICATA AI RIMEDI OMEOPATICI
303.Possibile prevenire il tumore al fegato con il Chelidonium
304.Litoterapia
305.Fitoterapia per emicrania
306.Parole difficili della medicina OSTEOFITI
307.IL DOLORE DEI NOSTRI ANIMALI
308.RAVANELLO
309.Tre tipi di pepe
310.RUGHE
311.DISTURBI DELLA PROSTATA
312.FERMENTI INTESTINALI
313.PRANOTERAPIA
314.MENINGITE
315.Parole difficili della medicina FISTOLE
316.CLORURO DI MAGNESIO
317.PANNOLINI PER BAMBINI
318.Le emozioni depositate sui denti
319.Meditazione sulla vergogna
320.ANTIOSSIDANTI
321.Malattie autoimmuni
322.INSONNIA punti da trattare
323.Parole difficili in medicina STEATOSI EPATICA
324.Carota
325.Cicatrizzazione
326.Strategie di bisogno e potere
327.ENZIMI
328.Lampone
329.Commento durante la breve vacanza
330.LE PAROLE DIFFICILI DELLA MEDICINA apoptosi e necrosi
331.Nasce la nuova associazione TING
332.ALOPECIA AREATA rimedio Ayurvedico
333.LAVAGGIO EPATICO
334.Incontri autunnali
335.Sindrome di Dupuytren
336.Abuso di farmaci
337.TOSSE parte prima
338.Corso di alimentazione
339.TOSSE parte seconda
340.TOSSE parte terza
341.TOSSE parte quarta
342.MEDITAZIONE SULLE PAURE
343.Interazione individuo e ambiente
344.Respirazione
345.Epifisi e melatonina
346.Cefalea
347.Ibisco
348.CLa magia dei fermenti
349.LEDUM PALUSTRE
350.Unghia di gatto
351.Cicoria
352.Respirazione
353.Albero della vita e scelta di un rimedio
354.Studiare da adulti
355.Meditazione per essere autorevole
356.Tre piante per gli occhi
357.Metabolismo
358.Un consiglio disinteressato
359.Gengivite
360.Diarrea del bambino
361.Fiori di Bach per uscire da una dipendenza
362.Sulfur
363.Linfa e tessuto connettiv
364.Anatomia della fascia
365.GOLA
366.Fiori di Bach per il neonato
367.Note sul cuore
368.Artemisia
369.Codici biologici
370.Rimedi omeopatici per insonnia e paziente scettico
371.Piselli
372.Rimedi per cani
373.Un decotto antico per depurarsi
374.Un caso di diabete di tipo II
375.ALOE
376.Le radici del desiderio
377.Alzheimer approfondimento
378.Colori
379.Colori per la casa
380.USO PERSONALE DEI COLORI
381.DERMATOMERI E METAMERI
382.La nostra pelle
383.Omeostasi, salute e malattia
384.Parole difficili della medicina ACROMEGALIA
385.DERMATITE un questionario utile
386.Citrus aurantium
387.Fibromialgia
388.Piante per gli occhi
389.Coliche addominali del bambino
390.Disturbi mentali
391.Piccola pausa
392.Raffreddore
393.SISTEMA IMMUNITARIO storiella horror-humor
394.ALIMENTAZIONE tre note
395.ASMA rimedi omeopatici
396.ARNICA rimedi omeopatici
397.Rhus Toxicodendron
398.Zucca
399.Corso di fitoterapia online
400.Conferenza su Cuore e dislipidemie

domenica 14 novembre 2010

Energia e Cosmo





ENERGIA e COSMO
secondo la MTC

Secondo il pensiero della medicina tradizionale cinese (MTC) tutto l’universo è energia in incessante moto di trasformazione e circolazione il cui equilibrio è garantito dalla sua trasformazione stessa. L’uomo-microcosmo è soggetto alle stesse leggi del macrocosmo. L’essere umano eredita l’energia dai suoi genitori, energia ancestrale, e man mano che la consuma la reintegra con ciò che mangia e respira. L’energia circola lungo i meridiani che mettono in comunicazione gli organi interni, dove viene prodotta, con qualunque parte del corpo. Nel sistema teorico della medicina cinese non esiste dualismo in senso antitetico tra corpo e psiche e tra materia ed energia.
In agopuntura, come nelle varie tecniche di digitopressione, ogni punto può essere utilizzato efficacemente per intervenire sia sulla sfera fisica che su quella psichica.

Si osservano quattro PRINCIPALI ENERGIE nel corpo umano:

WEI QI= energia difensiva. E’ l’energia più yang, la più mobile del corpo, la più rapida, che serve a difendere l’organismo contro le aggressioni esterne. Essa circola soprattutto sulla superficie del corpo, nella pelle e nella carne; apre e chiude i pori, riscalda i differenti tessuti e agisce a livello della vasomotricità e della termoregolazione nonché del sistema immunitario (ad esempio nella reazione allergica).


YING QI= energia nutrice, ha il compito di nutrire tutti gli elementi dell’organismo; proviene dal metabolismo delle energie alimentari, inviate dallo stomaco, e respiratoria, ricavata dai polmoni. Circola in particolare nei meridiani principali.


YUAN QI= energia ancestrale, quella originaria che è data a ciascuno all’atto del concepimento, dall’unione delle due energie di polarità opposta proveniente dai genitori. Questa ha sede nei reni, che comprendono anche le ghiandole surrenali e gli organi genitali corrispondenti. Essa costituisce un potenziale fisso che va diminuendo durante la vita.


SHEN QI= energia psichica o mentale. I cinesi definiscono 5 particolarità della mente, che corrispondono ai 5 movimenti psichici, 5 entità viscerali o 5 anime vegetative.



SIGNIFICATO DI COSMO
Cielo anteriore è un termine che definisce tutto il complesso di eventi passati sia recenti che remoti; Cielo posteriore indica gli eventi presenti e le prospettive future in base all’intrecciarsi delle varie circostanze.

Le 6 energie -- Liu-Qi--

provengono dal cielo e dall’ambiente. Esse hanno il compito di vivificare, attivare, risvegliare l’inerzia yin interna. La direzione del loro vettore è
esterno-interno, interessando via via la cute, i meridiani, i tessuti, i visceri, gli organi.Per un buon funzionamento dell’organismo è necessario che vi sia un costante equilibrio tra i due parametri variabili cosmo e vivente.

Le 6 energie cosmiche quando vengono introiettate in modo “giusto”, hanno l’effetto di un nutrimento sull’individuo.

In caso di sovraccarico parassita o di desincronizzazione, le 6 energie divengono patogene e prendono il nome di

6 perversità --Liu Xie--.

Esse penetrano nell’organismo e la loro irruzione attraverso il punto debole di quel dato momento, provoca uno stato iperergico (piano Shi) caratterizzato da una sintomatologia particolare:
(1) rapida insorgenza dei sintomi in fase acuta
(2) avversione mirata contro l’energia specifica responsabile (ad esempio se il soggetto sta male per un colpo di freddo, la perversità è il freddo, il soggetto è freddoloso, odia il freddo e cerca il caldo);
(3) stati febbrili
(4) malessere generale con dolorosità diffusa
(5) polso superficiale e/o lento nel caso del freddo.


I modelli di reattività e le energie determinanti sono simbolizzati in 6 parole chiave abbinate a condizioni climatiche ben definite.
Essi sono :
Vento- feng,
Calore-re,
Fuoco-huo,
Umido -shi,
Secco -zao
Freddo-han.


(1) Vento= L’energia cosmica agisce sul legno in primavera e al mattino. Si verifica il risveglio di vermi e microbi. Nel simbolismo dei termini “primavera, vermi e microbi” sono insiti i concetti di allergia e contagio. I cinesi immaginarono i microbi come invisibili lumachine che lasciavano una scia bavosa piena di veleni (le esotossine). Vento vuol dire tempeste di vento, uragani, tifoni, veicolo di contagio di malattie infettive in generale e degli itteri tossinfettivi; sgretolatore delle difese dell’energia (allergie e malattie autoimmuni), scatenatore di bufere psicosomatiche. Attivatore e concausa di altre perversità, è classificato al 1° rango di tutte le malattie. Il vento rende operativi dapprima il meridiano F collegato a quello MC. Si attivano così contemporaneamente tutte le cellule irritabili come ad esempio placche neuromuscolari, motrici, vasomotricità, attività retinica, sistema immunitario, funzioni cardiocircolatorie, aggressività, ira. Se di intensità eccessiva penetra direttamente dentro schiantando l’ammortizzamento dei meridiani e provoca danni subitanei e brutali tipo paralisi (emiplegie monolaterali motorie, spastiche), turbe del visus (fino a glaucoma acuto), deragliamenti immunitari (fenomeni allergici o autoimmuni); turbe cardiocircolatorie in iper- , fino alla rottura vascolare. Nella sfera psichica determina ira funesta. La meteropatia moderna studia alcune di queste sindromi, come ad esempio la sindrome da Scirocco, Midi, Foehn sud-europei, che portano agitazione, insonnia, ipertermia, disidratazione, morte improvvisa del lattante, aumento delle complicanze postoperatorie, aggravamento della TBC, delle ulcere gastro-duodenali, delle reumo-artropatie; sindromi da Amok nel Sud-Est asiatico che scatena crisi di follia omicida collettiva; sindromi da Autan in Linguadoca; sindromi da Sharav in Israele, responsabili di crisi iper-serotoninergiche, iper-tireosiche, astenie; sindromi da Tramontana e Mistral con insonnie, emicranie e nevralgie; sindromi da Uragani con diarree, convulsioni infantili, aumento degli infarti più marcato ai tropici nei mesi estivi e in Europa nei mesi primaverili.



(2) Calore L’energia cosmica agisce sul fuoco in estate e nel pomeriggio. Il calore è energia del cielo. Nella maggioranza dei casi il calore è esogeno ed espande, diffonde, ipermobilizza. Impatta nel meridiano VB e TR, tende a prosciugare i fluidi con comparsa di astenie psicofisiche, distonie, disidratazione. Di conseguenza si avranno ripercussioni sul Qi, intimamente correlato a fluidi e sangue, e nel sangue con ribollimenti (= tendenza allo stravaso emorragico). Con facilità il calore diviene concausa assieme all’umidità nel produrre “veleno di fuoco” che si concreta in formazioni purulente, ascessuali, empiematose, flemmonose. Attacca l’alto del corpo, perciò soprattutto il capo con i colpi di sole e di calore, aggravati da bevande ghiacciate (diarree fredde) e dai bagni freddi. Le emorragie cerebro-meningee da calore sono descritte come “comi subitanei del paziente che ha tinta grigio-terra e profuse sudorazioni fredde”. La meteropatologia moderna dice che il calore provoca aumento delle gonadotropine, della kaliemia, dell’attività surrenalica, della secrezione testicolare, delle emazie, delle piastrine e degli eosinofili. L’esposizione al clima sahariano o l caldo-umido della giungla provoca una sindrome caratterizzata da tachicardia, ipotensione, sudorazione con perdite elettrolitiche, iperventilazione, alcalosi, tetania ed eclampsia anche mortale. La disidratazione, con cui si possono perdere fino a 18L /die, provoca i sintomi classici da calore e cioè essiccamento delle mucose e tegumenti, sete intensa, astenia, delirio, vertigini, vomito,cefalee, collasso cardiocircolatorio.

(3)Fuoco è l’aumento della temperatura, oltre ogni soglia biologica, con impossibilità di un adeguato adattamento. Impatto sull’asse vitale Shao Yin (reni-cuore). Può essere determinato da cause fisiche come ad esempio climi equatoriali, fonti di calore eccessivo, o da cause tossiche che provochino sintomi simili (ipertermie maligne), cioè disidratazione, emoconcentrazione, shock e morte. Vi è un fuoco endogeno che non deve essere confuso con il fuoco esogeno, pernicioso. Le energie esogene vento, calore e fuoco sono le più yang e possono essere anche considerate come energie radianti anche considerandone gli effetti biologici descritti dalla tradizione. Il calore è il fuoco che “riscalda” ed è anche il fuoco che “illumina”. Perciò viene classificato in luce, raggi infrarossi, raggi UV, e altre energie. La luce è yang che si alterna al buio yin in un ritmo perenne. La luce attiva le gonadotropine, i bioritmi cronodipendenti endogeni ormonali, ipertrofizza l’ipotalamo. Le luci colorate hanno effetti psicobiologici (cromoterapia). Nello spettro luminoso visibile i “colori” vanno dall’ultravioletto (verde-blu del legno) all’infrarosso (del fuoco) con al centro sempre il giallo della terra. Perciò lo spettro visibile è yang, colorato, induttore. Lo yin, bianco-metallo e nero-acqua, ricettivo. I raggi infrarossi calorici sono responsabili di reazioni eritematose, vasomotrici, attive, e di benefici riflessi sulla sofferenza atro-mio-reumatica. I raggi UV abbronzano, concorrono a formare vitamina D, hanno azione sull’epifisi (assieme alla luce) con attivazione di circuiti antidepressivi. Se in eccesso provocano gastriti, ipotensione, disionie con iper Ca,K,Na e P e fotoftalmiti. Altre energie sono i raggi alfa, beta e gamma: raramente l’uomo ne è vittima in natura salvo che per i raggi cosmici (cielo) e il radon (terra).


(4) Umidità colpisce i meridiani P e MP. Agisce anche nella funzionalità del connettivo (edemi), delle mucose respiratorie (catarri), gastrointestinali (dispepsie) e della cute. L’umidità aerea è un filtro nebuloso per le radiazioni elettromagnetiche. Nelle zone umide e nelle città con alta concentrazione di smog, CO2, SO2, provoca artralgie, attacchi asmatici e broncopatie croniche con punte veramente allarmanti. E’ l’energia interstagionale caratteristica dei climi monsonici, nebbiosi, piovosi, inversamente proporzionale alla ventilazione aerea, all’aumento di temperatura, all’altitudine.
E’ definita pesante, infiltrante, impura, cronicizzante. Provoca ipersecrezioni, catarri, diarree. Infatti, la disfunzione di MP correlata a quella di P e con la complicità di R, sfocia nella formazione di catarri flegmatici, concausa dell’otturazione dei vasi sanguigni (trombosi, infarti), linfatici (edemi, ristagni), dei meridiani (lesioni funzionali) e degli orifizi (turbe della somatosensorialità con ripercussione sulle funzioni superiori del SNC sia discriminanti che motorie). L’umidità ha anche significato di forza gravitazionale (terra-pianeta). L’assenza di gravità provoca atrofie muscolari e osteoporosi.

(5) Secco-Zao è l’energia dell’autunno e della sera, attacca in alto focalizzando e condensando, penetra nel colon e nello stomaco, meridiani yangming. Di conseguenza si hanno vomiti e/o diarree disidratanti e assetanti. Si essiccano i poteri nutrienti, rinfrescanti e lubrificanti degli yin (Qi, sangue, fluidi): il SN-periferico, non più vivificato, è turbato con genesi di paralisi flaccide, yin, sistemiche bilaterali e con ipotrofia muscolare. L’essiccamento incide anche sulla sudorazione, sulla crasi ematica e sulla termoregolazione. Se prevalgono oltre una certa soglia gli ioni negativi si accusa malessere, irritazioni delle mucose, tosse, dispnee, cefalee, congiuntiviti, deficit del rendimento psicofisico. I venti con alta carica positiva possono avere effetti devastanti su uomo, fauna e flora. Certi virus e batteri si virulentano. Questi venti sono detti “maligni” o “delle streghe”. L’aumento di ioni positivi incrementa i suicidi, gli incidenti stradali e gli incidenti in generale, per rallentamento dei riflessi. Nelle situazioni con prevalenza di cariche negative migliorano i parametri vitali di rendimento psicofisico, tono dell’umore, sonno, appetito e migliorano le malattie artroreumatiche e alleroasmatiche. Gli ioni negativi aumentano nelle acque superficiali, nelle fontane zampillanti, nelle cascate, vicino agli alberi da alto fusto, nelle distese sabbiose, nelle alte rupi. Sono tipici luoghi di vacanza non per l’ossigenazione come comunemente si crede, ma per la giusta e benefica ionizzazione.

Al contrario, portano una ionizzazione deleteria, cioè lesiva sullo yin, l’aria condizionata, i tessuti sintetici, le pareti metalliche, l’armatura degli edifici in cemento armato, le lampade fluorescenti, il macchinario elettronico degli ospedali e degli uffici, lo smog, il fumo e l’interno delle auto (pericolo yin di colpi di sonno mortali. I soffitti bassi e i letti a baldacchino per la loro “posi-ionia” facilitano il riposo metabolico. La luna provoca una “cavità ionosferica” sull’asse terra-luna con aumento posi-ionico sulla superficie terrestre, causa della pazzia lunare umana e della crescita lunare della flora e dei cicli femminili con le implicazioni psicosomatiche e neuroendocrine connesse.





(6)Freddo-han è l’energia dell’inverno, della notte. Agisce sui meridiani V e IT. È lo yin che congela e lede ogni yang, condensando, rallentando, concentrando, contraendo i vasi, provocando algie crampiformi nei visceri e ipoattività generalizzata fino alla mortale letargia.
I sintomi vanno dalle forme simil-influenzali fino ai congelamenti ed assideramenti. La medicina occidentale sa che il freddo diminuisce le increzioni di ADH, l’attività paratiroidea, i tassi di Mg,Ca,P,I e potassiemia con aumento della diuresi, dell’attività tiroidea, corticosurrenalica e gonadica maschile. Si aggravano le condizioni degli asmatici e degli artropatici. Le turbe immunologiche facilitano i contagi e la morbilità. Le turbe algide sono riscontrabili anche nelle diarree fredde e nelle crioglobulinemie. La tradizione accusava il freddo di favorire l’incubazione delle larve nei ruscelli, dei vermi nella neve e nelle paludi ghiacciate perché si potessero risvegliare in primavera. Il calore estivo favoriva le larve nelle carni, specialmente suine, e nei pesci; l’umidità favoriva le muffe negli alimenti, generanti itteri, diarree e dissenterie. Il secco favoriva le sindromi tussigene e le infezioni broncopolmonari. Perciò, fin dall’antichità la MTC classificò le epidemie in modo razionale.






Il trattamento dei punti è molto complesso e serve a manipolare l’energia. Ricordiamo che oltre ai punti scelti da caso a caso, è sempre utile trattare STIMOLANDO:

in primavera F1 e VB41
in estate C8,MC8,IT5 e TR6
in autunno P8 e GI1
in inverno R10 e V66
nelle interstagioni MP5 e S36.

STOP

2 commenti:

  1. Certo che non sono proprio concetti facili da comprendere per un profano. A casa ho un libro che sicuramente conoscerai, è "Il medico di se stesso",un manuale di medicina orientale.Ogni tanto l'ho consultato, ma noi occidentali siamo stati molto influenzati dal dualismo corpo psiche e abbiamo un concetto di malattia totalmente diverso. Una cosa che non ho mai provato, perchè mi fanno un pò impressione gli aghi, è l'agopuntura. Mi interessa di più la digitopressione, perchè se non sbaglio, si può praticare anche su se stessi. Ciao!

    RispondiElimina
  2. esatto Ninfa, e sul disegno ho indicato i punti che si possono trattare con la digitopressione
    ciao, buona settimana!

    RispondiElimina

Solo commenti in italiano

Informazioni personali

Le mie foto
Marina Salomone
Mi occupo di terapie olistiche dal 1983. Hobby principale il disegno: sono su Flickr sotto il nome di Marina Salomone
per chi fosse interessato a trattare questi argomenti in maniera più appofondita c' è sempre il mio sito web ufficiale: www.GurudiTamara.com
Visualizza il mio profilo completo

Lettori 5185

Archivio blog