Indice

1. Sciatica
2. Artrite Reumatoide
3. Osteoporosi
4. Emicrania
5. Dismenorrea
6. Infertilità
7. Gastrite
8. Cistite
9. Menopausa
10. Tabagismo
11. Ipertensione
12. Insonnia
13. Obesità
14. Stress e pnei
15. Cistite interstiziale
16. Psoriasi
17. Occhio secco
18. Viaggi
19. Acufeni
20. Allergie-Asma
21. Gravidanza e neonato
22. Due riflessioni
23. Stipsi
24. Vertigini
25. Cani e Gatti
26. Tipi Omeopatici
27.Bambino-psiche
28.Sport
29.Disturbi venosi
30.Salute obbligatoria
31.Cuore
32.Neonato-mamma-papà
33.Memoria
34.Anziano-aspetti nutrizionali e pnei
35.Colesterolo
35-bis.Colesterolo-bis
36.Acne
37.Anemie
38.Tosse-Omeopatia
39.Enuresi
40.Reflusso gastro-esofageo
41.LEI e LUI
42.LEI e LUI seconda puntata
43.LEI e LUI terza puntata
44.Raffreddore
45.Un po' di respiro
46.Influenza
47.Adolescenza
48.Chakras
49.Ayurveda
50.Medicina cinese
51.DENTI parte prima
52.DENTI parte seconda
53.DENTI parte terza
54.CAPELLI parte prima
55.CAPELLI parte seconda
56.FITOTERAPIA
57.diabete-parte prima
58.diabete-parte seconda
59.Trattamento viscerale
60.Pelle
61.Cronobiologia
62.ANORESSIA parte prima
63.ANORESSIA parte seconda
64.Alcolismo
65.Colori
66.Fegato parte prima
67.Fegato parte seconda
68.Posture
69.Fermenti intestinali parte prima
70.Fermenti intestinali parte seconda
71.Epitrocleite
72.TIROIDE parte prima
73.TIROIDE parte seconda
74.SALUTE E MALATTIA
75.CONGIUNTIVITI
76.OTITE parte prima
77.OTITE parte seconda
78.ORMONI parte prima
79.FISIOGNOMICA
80.ORMONI parte seconda
81.COSMETICI
82.ORMONI parte terza
83.METAFISICA
84.EPIFISI
85. Perchè rinunciare?
86.INQUIETUDINI DI FERRUM METALLICUM
87.ICTUS
88.ICTUS parte seconda
89.Mantra
90.KINESIOLOGIA
91.Fiori di Bach
92.Sogni
93.Odori
94.Gli occhiali
95.La vista
96.Il tatto
97.Il gusto
98.Udito
99.Energia e Cosmo
100.Cento
101.VERATRUM ALBUM
102.EFT
103.Lupus
104.Cavoli
105.Farmaci
106.COLON IRRITABILE parte prima
107.COLON IRRITABILE parte seconda
108. MEDICINA CINESE ancora
109.Il corso di EFT
110.Corsi permanenti
111.Calcoli renali
112.DRENAGGIO
113.Metabolismo2-Fascia
114.PRANOTERAPIA
115.Morbo di Crohn
116.Dolori muscolari
117.Alitosi
118.Carotenoidi
119.Le voglie matte
120.IRIDOLOGIA parte prima
121.IRIDOLOGIA parte seconda
122.HERPES
123.DANNI DEI FARMACI PER LO STOMACO parte prima
124.DANNI DEI FARMACI PER LO STOMACO parte seconda
125.Storia delle babbucce
126.IDROTERAPIA
127.PARODONTITE
128.MEDITAZIONE SUL CUORE
129.LA MORTE DEGLI ALTRI
130.Il sole e la pelle
131.ENFISEMA POLMONARE parte prima
132.ENFISEMA POLMONARE parte seconda
133.Sistema immunitario cerebrale
134.Spagirica
135.TRAUMA DA PARTO
136.SPIGOLATURE
137.I GRASSI
138. Fico d'India
139.Occhi e mirtillo
140.PSICOSOMATICA
141.PSICOSOMATICA parte seconda
142.PSICOSOMATICA parte terza
143.Contatti estenuanti
144.Omeopatia per la pelle
145.HIV
146.CISTI OVARICHE
147.TUMORI
148.Singhiozzo
149.TEMPO DI BILANCI
150.NAUSEA E VOMITO
151.Test per la coppia
152.FEBBRE
153.PARKINSON
154.Minerali da antica farmacia
155.Omotossicologia e metabolismo
156.MEDICINA TIBETANA parte prima
157.DERMATITI E DERMATOSI
158.TRE BIOTIPI
159.Jung
160.GAMBE SENZA RIPOSO
161.Due prodotti delle api
162.ATTACCHI DI PANICO
163.ESAMI DELLE URINE
164.VERMI
165.AVVELENAMENTI parte prima
166.AVVELENAMENTI parte seconda
167.Alcuni alimenti
168.DIVERTICOLI
169.PENSARE POSITIVO
170.Naja Tripudians
171.Tumori 2
172.Unghie
173.Pensare col corpo
174.Gambe disturbi venosi
175.SCLEROSI MULTIPLA
176.Malattie autoimmuni
177.SCLERODERMIA
178.Rimedi per gli occhi
179.INTEGRATORI PER MAMMA
180.PSICHE E FIORI DI BACH parte prima
181.PSICHE E FIORI DI BACH parte seconda
182.PSICHE E FIORI DI BACH parte terza
183.PSICHE E FIORI DI BACH parte quarta
184.PSICHE E FIORI DI BACH parte quinta
185.PSICHE E FIORI DI BACH parte sesta
186.PSICHE E FIORI DI BACH parte settima
187.PSICHE E FIORI DI BACH parte ottava
188.PSICHE E FIORI DI BACH nona e ultima parte
189.Gli oli essenziali
190.OMEOPATIA PER INSONNIA DEL BAMBINO
191.CONSIDERAZIONI SULLA SALUTE
192.Macchie scure sulla pelle
193.Blefarite
194.IPERTENSIONE alcune piante
195.DIFESE IMMUNITARIE
196.ALZHEIMER
197.PIANTE ANTI-STRESS
198.FEGATO parte terza
199.Lavaggio energetico
200.Colpo di fulmine tra due LACHESIS
201.ALOE parte prima
202.Maculopatia degenerativa
203.Fluidificanti del sangue
204.ALLERGIE parte prim
205.ALLERGIE parte seconda
206.ALLERGIE parte terza
207.DEMENZA SENILE
208.INSUFFICIENZA RENALE
209.Quanto siamo aciduli
210.Non è tutto cromo ciò che brilla
211.DALLO SPIRITO ALLA MATERIA
212.Pancreatite
213.Raffinate ed accurate primitive terapie
214.Dermatite seborroica
215.RIMEDI PER BAMBINI
216.SCUOLA SALERNITANA parte prima
217.SCUOLA SALERNITANA parte seconda
218.SCUOLA SALERNITANA parte terza
219.Controllo e Ascolto
220.OLIO DI GERME DI GRANO
221.ORTICARIA
222.REFLUSSO GASTRO-ESOFAGEO parte seconda
223.INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO
224.STORIE DI ORDINARIO TORMENTO parte prima
225.STORIE DI ORDINARIO TORMENTO parte seconda
226.DIETA BASE e BAMBINO IPERCINETICO
227.ARTRITE E DOLORI ARTICOLARI
228.RIEDUCAZIONE DELLA PERCEZIONE SONORA
229.OBESITA INFANTILE
230.UNA MEDITAZIONE PER CORREGGERE LE REAZIONI RIPETITIVE
231.ANCORA CUORE
232.VACCINI
233.Balbuzie
234.PAROLE DIFFICILI idiopatico
235.SCOLIOSI
236.Percorsi benessere con regalo
237.DIURESI alcune piante utilissime
238.DIETA BASE
239.ALCHIMIA
240.RADIOTERAPIA un sostegno omeopatico per limitare i danni
241.CORSO ACCELERATO DI OMEOPATIA
242.ANALISI FISIOGNOMICA di un attore
243.CHILI DI TROPPO
244.CHILI DI TROPPO parte seconda
245.ARGILLA
246.Memoria e concentrazione
247.LE PAROLE DIFFICILI escara e flittena
248.ABBASSAMENTO RENALE
249.ALIMENTI FERMENTATI
250.MELATONINA
251.SONDAGGIO
252.Ottuso dogmatismo
253.Ancora fegato
254.PRANAYAMA parte prima
255.PRANAYAMA parte seconda
256.CEFALEA
257.Alimentazione spigolature
258.LE PAROLE DIFFICILI Fotosensibilizzazione
259.ANCORA RENE
260.MEDITARE STANDO AFFACCIATI
261.PRESSIONE ALTA parte prima
262.IPERTENSIONE parte seconda
263.OGM prodotti transgenici
264.Abusi della sanità
265.PRODOTTI SOLARI
266.Ricette mediterranee
267.IPERTENSIONE parte terza
268.TUMORI parte terza
269.COSE DI DONNE
270.Falsi bisogni creati dal mercato
271.IPERTENSIONE parte quarta
272.ANTICHE RICETTE una conserva di susine
273.LE PAROLE DIFFICILI Palliativo
274.STIPSI
275.TAURINA
276.IPERTENSIONE parte quinta
277.INQUINAMENTO ACUSTICO
278.DERMATITE ATOPICA
279.SAPORE DI SALE
280.PARACELSO
281.Metalli pesanti e danni alla pelle
282.IPERTENSIONE parte sesta RIMEDI NATURALI
283.MIA CONFERENZA
284.MALATTIE AUTOIMMUNI parte prima
285.MALATTIE AUTOIMMUNI parte seconda
286.SISTEMA NERVOSO DUE NOTE
287.LE PAROLE DIFFICILI Deontologia e Metastasi
288.IPERTENSIONE parte settima
289.ALLUCE VALGO
290.VERTIGINI fitoterapia
291.DISTURBI INVERNALI DEL BAMBINO
292.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte primaO
293.OMOTOSSICOLOGIA
294.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte seconda
295.Buon Natale filosofeggiando
296.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte terza
297.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte quarta
298.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte quinta
299.ASPETTI PSICHICI DI ALCUNI RIMEDI OMEOPATICI parte sesta e ultima
300.DISTURBI INTESTINALI antichissima ricetta
301.Donna e iperandrogenismo
302.FISIOGNOMICA APPLICATA AI RIMEDI OMEOPATICI
303.Possibile prevenire il tumore al fegato con il Chelidonium
304.Litoterapia
305.Fitoterapia per emicrania
306.Parole difficili della medicina OSTEOFITI
307.IL DOLORE DEI NOSTRI ANIMALI
308.RAVANELLO
309.Tre tipi di pepe
310.RUGHE
311.DISTURBI DELLA PROSTATA
312.FERMENTI INTESTINALI
313.PRANOTERAPIA
314.MENINGITE
315.Parole difficili della medicina FISTOLE
316.CLORURO DI MAGNESIO
317.PANNOLINI PER BAMBINI
318.Le emozioni depositate sui denti
319.Meditazione sulla vergogna
320.ANTIOSSIDANTI
321.Malattie autoimmuni
322.INSONNIA punti da trattare
323.Parole difficili in medicina STEATOSI EPATICA
324.Carota
325.Cicatrizzazione
326.Strategie di bisogno e potere
327.ENZIMI
328.Lampone
329.Commento durante la breve vacanza
330.LE PAROLE DIFFICILI DELLA MEDICINA apoptosi e necrosi
331.Nasce la nuova associazione TING
332.ALOPECIA AREATA rimedio Ayurvedico
333.LAVAGGIO EPATICO
334.Incontri autunnali
335.Sindrome di Dupuytren
336.Abuso di farmaci
337.TOSSE parte prima
338.Corso di alimentazione
339.TOSSE parte seconda
340.TOSSE parte terza
341.TOSSE parte quarta
342.MEDITAZIONE SULLE PAURE
343.Interazione individuo e ambiente
344.Respirazione
345.Epifisi e melatonina
346.Cefalea
347.Ibisco
348.CLa magia dei fermenti
349.LEDUM PALUSTRE
350.Unghia di gatto
351.Cicoria
352.Respirazione
353.Albero della vita e scelta di un rimedio
354.Studiare da adulti
355.Meditazione per essere autorevole
356.Tre piante per gli occhi
357.Metabolismo
358.Un consiglio disinteressato
359.Gengivite
360.Diarrea del bambino
361.Fiori di Bach per uscire da una dipendenza
362.Sulfur
363.Linfa e tessuto connettiv
364.Anatomia della fascia
365.GOLA
366.Fiori di Bach per il neonato
367.Note sul cuore
368.Artemisia
369.Codici biologici
370.Rimedi omeopatici per insonnia e paziente scettico
371.Piselli
372.Rimedi per cani
373.Un decotto antico per depurarsi
374.Un caso di diabete di tipo II
375.ALOE
376.Le radici del desiderio
377.Alzheimer approfondimento
378.Colori
379.Colori per la casa
380.USO PERSONALE DEI COLORI
381.DERMATOMERI E METAMERI
382.La nostra pelle
383.Omeostasi, salute e malattia
384.Parole difficili della medicina ACROMEGALIA
385.DERMATITE un questionario utile
386.Citrus aurantium
387.Fibromialgia
388.Piante per gli occhi
389.Coliche addominali del bambino
390.Disturbi mentali
391.Piccola pausa
392.Raffreddore
393.SISTEMA IMMUNITARIO storiella horror-humor
394.ALIMENTAZIONE tre note
395.ASMA rimedi omeopatici
396.ARNICA rimedi omeopatici
397.Rhus Toxicodendron
398.Zucca
399.Corso di fitoterapia online
400.Conferenza su Cuore e dislipidemie

sabato 17 novembre 2012

Macchie scure sulla pelle



MACCHIE SCURE SULLA PELLE Nel liber de experimentiis di Caterina Sforza ci sono due ricette interessanti per mantenere la pelle bianchissima: la seconda, recita: “ miele, senape nera e mandorle amare contuse”. Le macchie scure sulla pelle sono causata da diversi fattori che convergono alla fine in un tentativo di difesa con produzione eccessiva di melanina. E' come se la pelle avesse deciso di abbronzarsi in modo permanente in certi punti. Solo che si tratta di una degenerazione del tessuto. La cosmesi industriale propone diversi trattamenti, efficaci sempre se usati con costanza. Ma questi trattamenti sono comunque, nel loro piccolo, invasivi. Ecco allora una breve carrellata di piante utili per schiarire queste macchie. Le soluzioni sono tre: (1) Decidere di tenersi le macchie: infatti continuo a sostenere che invecchiare non è un dramma bensì un fenomeno e un "diritto" di cui dovremmo riappropiarci ed andare orgogliosi. Lo stesso discorso vale per chi decide di tenersi i capelli bianchi: noto con piacere che oggi è una moda in crescita. (2) Andare a verificare la presenza sull'etichetta di cosmetici prodotti da ditte che producono "cosmetici naturali" di una o più delle piante qui indicate. Va però tenuto presente che il termine cosmetico naturale va preso con una certa ironia perché in verità è impossibile produrre un cosmetico naturale che non scade dopo pochi giorni se non poche ore. Tranne se parliamo di miscele di oli per il corpo o di prodotti a base di Oli essenziali, o sali da bagno e simili. Ma parlando di creme e maschere è praticamente impossibile. Anche se le materie prime sono piante, occorrono diversi conservanti e stabilizzanti perché il prodotto possa durare almeno i 30 mesi garantiti dalla legge. (3) Preparare in casa il vostro schiarente di volta in volta. Del resto non si tratta di ricette difficili! Ed ecco le piante: ACHILLEA Proprietà= astringente, antisettico, purificante, lenitivo, tonico, cicatrizzante, riepitelizzante, schiarente. Preparazioni= per l’infuso 30-50 g di pianta secca o 200 g di pianta fresca in 1 litro di acqua; l’oleolito per unzioni si prepara macerando 400 g di fiori freschi per 1 mese in 1 litro di olio di mandorle. Ovviamente potete prepararne molto di meno facendo le debite proporzioni. Applicare sulle singole macchie ogni giorno. CETRIOLO proprietà ammorbidente, rinfrescante, antipruriginoso, schiarente, idratante, riequilibrante per ogni tipo di pelle. Si prepara il succo con una centrifuga o per spremitura, per lozioni ed impacchi. Il succo si applica sulla pelle lasciandolo assorbire ed aggiungendone dell’altro prima che si asciughi, per 20-30’. Quindi si risciacqua. HAMAMELIS Proprietà=astringente, antinfiammatorio, vasocostrittore, schiarente. Impiego= viene usata in preparati per la couperose, per pelli sensibili e facilmente arrossabili. Bisogna distinguere l’azione dei vari prodotti impiegati in cosmesi: -- gli estratti sono notevolmente astringenti per la presenza dei tannini -- l’acqua distillata di hamamelis è solo un blando rinfrescante e decongestionante. Preparazioni=infusione di 20’ con 80 g di hamamelis essiccata per litro di acqua . Serve per lozioni e impacchi astringenti, decongestionanti e schiarenti, utili per pelli sensibili, irritate e con couperose. IPPOCASTANO Proprietà= astringente, lenitivo,vasoprotettore, schiarente. Impiego= è largamente usato in preparati antiarrossamento, schiarenti e anticellulite. Preparazioni= a livello casalingo è possibile preparare l’infuso con 80 g di foglie o frutti contusi, o corteccia essiccata in un litro di acqua, lasciando riposare il tutto per 20’. Questo estratto acquoso può essere utilizzato in lozioni, bagni ed impacchi. Risulterà utile anche in caso di cattiva circolazione agli arti inferiori (bagni defatiganti alle gambe). POMODORO E’ schiarente, idratante, levigante, rinfrescante, coadiuvante per pelli con eccessiva secrezione sebacea. Preparazioni= con il succo si possono fare lozioni ed impacchi; con la polpa si preparano maschere da lasciare in applicazione per 20-30’, quindi risciacquare. Si può associare anche con altre sostanze già citate. SAMBUCO Proprietà= emolliente, tonico,leggero purificante, schiarente. Preparazioni= macerare per 8-10 ore 30 g di fiori in 1 litro di acqua. Usare per impacchi, lozioni e lavaggi. Ecco infine ciò che recita il Natural Beauty Book di Maxwzll-Hudson del 1976 per le macchie di senilità: miscele di succo di cetriolo, siero di latte, limetta, fragole contuse e radici fresche di rafano. Queste le ricette che propongo. Altre piante ad azione schiarente sono: KAKYOKU (cinese)(= Pyracantha Fortuneana) della famiglia delle rosacee. Ha azione schiarente e antistaminica. CAPPARIS SPINOSA, LIQUERIZIA, FRAGOLE, EUCALIPTO, GERANIO. E’ utile applicare 1 volta al giorno OLIO DI RICINO, oppure un OLIO contenente VIT E (esempio olio di germe di grano). ALIMENTAZIONE Seguire una dieta disintossicante; evitare tutti gli oli rancidi. Disintossicare il fegato: bere succo di bietole. All’inizio del programma di disintossicazione bastano da 60 a 90 ml di succo di bietole al giorno. Man mano che la cura prosegue si può aumentare il consumo di questo succo a 120 ml. Preparare un infuso con metà cucchiaio di radice di TARASSACO; iniziare con 1 tazza al giorno e aumentare la dose fino a 2 tazze. Nutrienti utili BETA-CAROTENE, VIT C, BIOFLAVONOIDI, VIT E. Succhi benefici = carota, cavolo a foglia, prezzemolo e spinaci per il beta-carotene; cavolo a foglia, prezzemolo peperoni verdi e spinaci per la vitC; uva, ciliege, pompelmo e limoni per i bioflavonoidi; spinaci, asparagi e carote per la vitE. NOTA DI APPROFONDIMENTO se siete masochisti!!!(scherzo ovviamente) Le iperpigmentazioni (termine usato in dermatologia per definire le macchie scure sulla pelle) circoscritte e diffuse possono essere di origine occasionale e/o iatrogena (= indoor) oppure di origine occupazionale (outdoor). Alla prima categoria si ascrivono tra le altre: macchie di vecchiaia, specialmente su viso e mani; porpore; complicanze a seguito di scleroterapia nell’intervento su vene varicose; melanodermiti a seguito d’intossicazione alimentare da enocianine (crostacei e molluschi); a seguito d’ingestione accidentale di funghi epatotossici o ingestione voluttuaria di funghi psichedelici e dislettici (tabernanthe, psoecybe) o ingestione abitudinaria di agrumi o alimenti contenenti bergapteni e filloeritrine (sedano e prezzemolo); discromie cutanee da antrachinoni (purganti) e da abuso di digestivi e amari ad elevato contenuto di rabarbaro e china. Le melanodermie da farmaci come ad es barbiturici, clorpromazina, minociclina, fenotiazina. Alla seconda categoria appartengono casi spesso insospettati come le melanodermie da angelicina e ossipeucedanina tipiche dei vivaisti; dicromie da xanthotoxine dei fruttivendoli e dei cottimisti delle raccolte stagionali ad esempio di noci e pomodori. Nel liber de experimentiis di Caterina sforza ci sono 2 ricette interessanti per mantenere la pelle bianchissima: la prima consiste nel “ridurre di un terzo in aqua fontis una libbra di salgemma, una libbra e mezzo di biacca per teatranti, un’oncia di sublimato corrosivo, un’oncia di canfora e una di argento vivo”. Ovviamente oggi sarebbe assurdo solo pensare di metterla in pratica ma riportiamo la citazione come nota storica. La seconda, invece ci sembra “magica” e così la riproponiamo: “ miele, senape nera e mandorle amare contuse”. A tal proposito ricordiamo che nel 1962 la Dragoco produsse un brevetto per sbiancare le unghie (nicotina, vegetali e inchiostro) a base di perossido d’idrogeno e cianurati. Ora è noto che la mandorla amara contusa sprigiona acido cianidrico; inoltre la brassicina della senape nera ( appartiene alla classe dei glucosinolati, alla ribalta ogni giorno per la loro spiccata azione antiossidante) si pensa abbia azione diretta sulla tirosinasi. Ecco quelli più in voga dal dopoguerra al 1978 in Europa. “E’ scientificamente accertato che alcuni catecoli risultano i più energici tra i derivati fenolici e provocano danni ai melanosomi nettamente inferiori a quelli provocati dall’idrochinone. Poi ci sono i derivati dell’acido ascorbico , quali oleati e palmitati al 3% contro le efelidi, in auge negli anni ‘70 nei paesi scandinavi. Poi MERCAPTOAMINE; a causa dell’odore sgradevole sono suggeriti per il ripristino del colore carnicino in zone diffuse del corpo a seguito di ustioni di II e III grado e quindi non impiegate in campo cosmetico in senso stretto”. Attualmente le strade per agire sono diverse: (1) sopprimere il segnale che provoca l’imbrunimento della cute. Questo si ottiene con l’uso di filtri solari; in genere nelle formule “anti-macchia” vengono inserite molecole schermanti, ma chi si sottopone a trattamenti schiarenti saltuari, ad esempio dall’estetista, dovrebbe ricordarsi di applicare sempre creme per la protezione solare: i risultati saranno migliori. (2) Aumentare il ricambio della pelle già colorita. A tale scopo si usano gli alfa-idrossiacidi, tipo acido glicolico, lattico ecc, detti anche acidi della frutta, e i derivati dei retinoidi. Questo tipo di materie prime favorisce l’eliminazione di cellule già pigmentate. Inoltre, le cellule presenti nello strato basale, in continuo rinnovamento, si duplicano più in fretta. Così i melanociti non fanno in tempo a inserire una grossa quantità di melanina nelle cellule adiacenti. L’effetto ottico degli esfolianti può essere notevole. (3)Agire a diversi livelli sulla melanogenesi , con meccanismo enzimatico e non enzimatico. In questo caso si usano varie sostanze che agiscono nelle diverse tappe della formazione di melanina : AC COGICO agisce sulla tirosinasi e sulla dopacromotauromerasi, enzima che concorre alla formazione di eumelanina.Secondo altri autori la sua attività è di inattivare la tirosinasi chelando lo ione Cu(rame) presente nell’enzima. E’ solubile in acqua e si utilizza tra l’1 e il 3%. Non è tossico e l’irritazione dopo la sua applicazione è minima. Purtroppo presenta problemi di stabilità, portando a una colorazione giallo-brunastra i prodotti in cui viene inserito, perciò nei cosmetici che lo contengono vengono inclusi antiox e Na-EDTA. C’è poi un derivato dell’acido kojico liposolubile, l’ac ido kojico-dipalmitato. Esso ha il vantaggio di non influenzare l’attività di filtri solari e dei conservanti eventualmente presenti nlla formula. L’esatto meccanismo di azione è ignoto anche se si suppone che avvenga sempre per inibizione della tirosinasi. La VITAMINA C agisce sulla tirosinasi e sulla DHICA-ossidasi, enzima che concorre anch’esso alla formazione di eumelanina. Essa inibisce attivamente la tirosinasi, ma non possiede un effetto schiarente proporzionale. Si pensa quindi che la sua azione schiarente sia legata alla riduzione e alla degradazione della melanina dovuta alla sua azione antiossidante; tende ad essere instabile per cui richiede accorgimenti formulativi che talvolta possono renderla meno efficace. Il Mg-ASCORBIL-FOSFATO e il Na-ASCORBIL-FOSFATO sono invece derivati della vitC più stabili; sono idrosolubili e come schiarenti cutanei si usano al 5-10%. In generale si va a bloccare l’enzima che forma la melanina a partire dalla tirosina, cioè la tirosinasi. Si tratta di ingredienti presenti nella maggior parte dei prodotti schiarenti. Prototipo di questa categoria è l’IDROCHINONE, molecola molto attiva ma in via di dismissione a causa dell’accumularsi di notizie sulla sua tossicità e attualmente proibita all’uso cosmetico. Sebbene un discreto miglioramento sia ottenibile usando l’acido glicolico da solo, per ottenere risultati ottimali conviene associarlo a basse concentrazioni di IDROCHINONE. L’attività dell’idrochinone è stata finora molto limitata dalla scarsa capacità di penetrazione, per cui era necessario ricorrere a dosi troppo forti e notevolmente irritanti. L’acido glicolico favorisce la penetrazione dell’idrochinone negli strati più profondi della pelle fino ai melanociti, permettendone l’uso in basse dosi. E’ consigliato un trattamento giornaliero con una crema all’8-10% di acido glicolico e 2% di idrochinone per 6 settimane circa.Tempo di applicazione dell’acido glicolico: per il melasma 2-4 minuti al 50%; per le macchi solari 4-5 minuti al 70%. In particolare, l’idrochinone dopo lunghe e reiterate applicazioni, può interferire disastrosamente sulla melanizzazione e degradazione dei melanosomi, ma anche agevolare la distruzione irreversibile della membrana citoplasmatica del melanosoma stesso. La prima direttiva Cee del ‘76, limitava l’uso dell’idrochinone al 2% con “specific labeling requirements”, mentre negli USA non ci sono tali restrizioni ed è consentito l’uso al 4% per i bianchi e all’8% per i neri. La direttiva CEE 2003 n 83 riporta tutto il corpus di regolamentazione sull’idrochinone e conferma la restrizione già detta. Al posto dell’idrochinone, nei prodotti depigmentanti oggi vengono usate altre sostanze come ad esempio l’ARBUTINA. Strutturalmente si tratta di un glicoside dell’idrochinone: questo fatto ha aperto un lungo dibattito in merito al problema che possa generarlo una volta applicata sulla pelle. Essa inibisce la tirosinasi, competendo con DOPA nel suo sito recettoriale e, a differenza dell’idrochinone, tende a essere poco irritante e sensibilizzante. Inoltre agisce sulla DHICA-polimerasi. Il meccanismo non enzimatico è dato dall’applicazione topica di agenti con azione esfoliante, che favoriscono la rimozione delle cellule epidermiche iperpigmentate. Viene usata a dosi dal’1 al 10%, preferibilmente sopra il 5%. L’arbutina viene estratta dall’uva ursina. L’ACIDO AZELAICO è prodotto in natura dal Pytirosporum Ovalis, responsabile della pitiriasi versicolor. Agisce come inibitore competitivo degli enzimi ossidativi, quindi anche sulla tirosinasi. Non è fotosensibilizzante e ha discreta tollerabilità cutanea. E’ però difficile da sciogliere e incorporare nelle emulsioni perciò di recente è stato prodotto il suo derivato azelaoil-diglicina, efficace in gel al 3%.• Il prodotto schiarente va usato con costanza, ma attenzione agli effetti collaterali e alla luce solare.

9 commenti:

  1. Ah, le macchie scure, ne so qualcosa! Il primo "macchione" sulla fronte mi è venuto più di vent'anni fa ed era proprio brutto da vedersi su una pelle giovane. Dopo un pò di tempo sono riuscita ad eliminarlo, ma non è stato facile. Non mi ricordo proprio cosa ho usato...possibile argilla? Da allora comunque le macchie in viso e nel decoltè mi hanno preso di mira, quindi negli anni ho provato altri rimedi, più o meno efficaci, anche creme alla liquirizia. Sicuramente ho imparato che al sole devo proteggermi sempre, perchè le lentiggini che mi vengono sul naso mi piacciono, ma la pelle "a carta geografica" meno...Ora in ogni modo non è che mi preoccupo più di tanto: come hai ben detto è un diritto invecchiare tenendosi qualche macchiolina scura ed i capelli bianchi...io ho anche quelli. Ciao, Marina!

    P.s. Mi è piaciuto moltissimo anche il post precedente e se non commento anche quello è solo perchè mi si è rotta la touchpad e sono totalmente impacciata col mouse!

    RispondiElimina
  2. possibile: l'argilla si può usare ottimamente anche come peeling. Grazie per il commento che rafforza la mia visione ! ciao, buona settimana!!!

    RispondiElimina
  3. per fortuna ancora non mi tocca,ma è sempre molto interessante quello che scrivi,concordo sull'accettazione di segnali dell'età matura,tranne che per i capelli bianchi
    buon proseguimento di settimana

    RispondiElimina
  4. A me sono venute tante macchie in fondo alle gambe, diciamo sugli stinchi sono quasi ricoperti, qualcuno mi dice perchè prendo le pasticche per la pressione, ciao
    Emi

    RispondiElimina
  5. Hanno fatto una giusta osservazione, cara Alternativa, infatti ci sono molti farmaci che contemplano questo effetto indesiderato. Il mio consiglio è di provare uno di questi preparati...
    Ciao, buona settimana!

    RispondiElimina
  6. Sweet blog! I found it while surfing around on Yahoo News.
    Do you have any suggestions on how to get listed in Yahoo News?
    I've been trying for a while but I never seem to get there! Appreciate it

    Here is my page: acufeni

    RispondiElimina
  7. What Transpires When a Man 1st Can take a farmacia on line Pill?
    And there's no way to fine-tune the customer experience. While kundalini awakening is associated with the sites or the spammers.

    Feel free to visit my web-site :: for beginners

    RispondiElimina
  8. If you thought watermelon is just a bit too sensitive to touch.

    After nearly a decade of searching by some of our more shaky editors less nausea-inducing.
    Farmacia On Line is available if the condition is
    and I realise how limiting the questions can be.

    Also visit my blog ... Hato.Net

    RispondiElimina
  9. Hurrah! At last I got a blog from where I be able to
    really obtain helpful information concerning my study and knowledge.



    Here is my blog post Plumber Camarillo - Experts

    RispondiElimina

Solo commenti in italiano

Informazioni personali

Le mie foto
Marina Salomone
Mi occupo di terapie olistiche dal 1983. Hobby principale il disegno: sono su Flickr sotto il nome di Marina Salomone
per chi fosse interessato a trattare questi argomenti in maniera più appofondita c' è sempre il mio sito web ufficiale: www.GurudiTamara.com
Visualizza il mio profilo completo

Lettori 5347

Archivio blog